11 Lug

Ricerca Pragma: “La nuova domanda di sicurezza nelle scelte delle vacanze”

Il 42% degli italiani ha già deciso di fare vacanze estive e il 18% sta per deciderlo. Si prospetta per l’Italia una stagione molto positiva e migliore dello scorso anno. Maggiore preferenza verso l’Italia e in particolare verso il Sud. L’84,9% degli italiani mette al primo posto la sicurezza quando si tratta di viaggi e vacanze. La rivoluzione di internet: davanti al computer o tablet si cambia destinazione.

Stagione estiva nettamente positiva, secondo l’indagine realizzata da Pragma-Research, presentata a Roma con la partecipazione di Poste Italiane e della Regione Toscana. La ricerca ha interpellato un campione rappresentativo di italiani sui temi delle vacanze estive, dei comportamenti di viaggio, sulle nuove gerarchie di preferenze tra le destinazioni e sul ruolo di internet.

Se il 60% degli italiani in qualche modo sta decidendo sulle vacanze, oppure ha già deciso, tra quelli che non faranno vacanze solo il 31,6% non le fa per ragioni economiche, il resto è per ragioni personali o per scelta.  Il 76,1% degli italiani pensa di fare le vacanze principali nel nostro paese, mentre il resto pensa all’estero. Ancora il 19% non ha deciso esattamente in quale località, ma in testa appaiono la Puglia, la Toscana e la Sicilia. Non sempre però la realtà corrisponde ai desideri, perché logistica, disponibilità alberghiera e prezzi “costringono” a cambiare destinazione. La Sardegna è la regione con il potenziale più alto, anche se ogni anno i consuntivi della stagione non la portano ai primissimi posti.

La grande novità di quest’anno è la domanda di sicurezza. E’ la principale motivazione che orienta la scelta della destinazione di vacanza. Dove c’è la percezione di pericolo si esclude totalmente di fare il viaggio. E questo non riguarda solo le destinazioni della Turchia, dell’Egitto o della Tunisia, ma è un criterio che si estende a qualunque situazione, incluse le tensioni date dall’immigrazione e dalla criminalità. Per il 51% degli italiani la sicurezza è il criterio principale di scelta, per il 19,4% è la possibilità di divertirsi e per il 10,8% la possibilità di ottenere un pieno relax. Seguono la cultura, l’avventura e la domanda di esperienze personali. Il 32,5% degli italiani indica proprio nella sicurezza la ragione principale per cui preferisce le destinazioni nazionali.

Internet sta cambiando completamente il modo in cui gli italiani scelgono di fare vacanze. Il 60% si orienta principalmente sulla rete prima di scegliere la destinazione e il 40% degli intervistati ha testimoniato di aver cambiato destinazione proprio consultando internet. Perciò internet non è solo uno strumento neutro, ma contribuisce notevolmente a determinare anche dove fare le vacanze e non solo sul prezzo. Google batte i siti turistici specializzati, infatti l’81% degli italiani che ha accesso a internet preferisce ottenere le informazioni turistiche proprio sul motore di ricerca, al secondo posto le agenzie online come Bookings (59,2%), a seguire Trip Advisor (56,1%). Solo il 13,8 % del “popolo delle vacanze” non ha accesso a internet, mentre la variabile che decide maggiormente se fare vacanze o meno non è il reddito, né l’età, ma l’ampiezza del comune dove si vive: più grande è la città, più grande è la percentuale di persone che fa vacanze.

ATTI DEL CONVEGNO DI PRESENTAZIONE DELLA RICERCA

“Italiani in vacanza: priorità sicurezza” – Pragma Market Research Company

“La qualità fa vincere la Toscana” – Toscana Promozione Turistica

 

 

articoli correlati